24 giorni a Natale: le fave triestine!

E' ufficiale: mancano solo 24 giorni a Natale!
Sembra impossibile, ma ci siamo, è il momento di inaugurare finalmente Avvento Creativo!
Non posso dirvi quanto sia emozionata nell'aprire le danze, e non posso nemmeno dirvi di quanto sia stata grande la mia indecisione su quale dovesse essere l'argomento del giorno di apertura!
E' per questo ho deciso che avrei affidato la scelta ad una persona speciale, ed è per questo che la prima casellina di questo Avvento Creativo si apre con la ricetta delle Fave Triestine!

Le Fave sono parte della tradizione triestina, a mio parare una delle più buone e irresistibili!
Sono dolcetti sfiziossissimi che si preparano di tre differenti colori, i quali rappresentano la nascita (il bianco), la vita (il rosa) e la morte (il marrone). Da ottobre in poi le vetrine sono piene di questi sacchettini colorati e incredibilmente buoni!
Pare che la ricetta delle fave fosse già nota ai tempi dell'impero Austro-Ungarico, e pare anche che siano effettivamente entrate nella tradizione all'epoca dell'inaugurazione del castello di Miramare.


Cercando sul web ho scoperto che dolci chiamati "fave" sono noti un po' in tutta Italia, dall'Umbria all'Emilia Romagna, dalla Lombardia al Lazio, ma sono tutte differenti poichè ogni regione ha la sua tradizione e la sua ricetta. Da qualche parte le fave sono biscotti, altrove sembrano amaretti, mentre per noi sono piccole palline colorate!

La lista degli ingredienti è relativamente breve, poichè necessitiamo unicamente di:
  • 100 gr di farina di mandorle
  • 100gr di zucchero
  • 1 albume
  • un pizzico di vanilina (circa una bustina per tre dosi)

e poi, a seconda della colorazione desiderata, 1 cucchiaino di ruhm per le fave bianche, 4 cucchiaini di alchermes per quelle rosa e 2 cucchiaini di cacao per quelle marroni.


Anche la ricetta è piuttosto semplice:
  • sbattiamo le uova con lo zucchero fino a quando otteniamo un composto spumoso
  • aggiungiamo la farina di mandorle, la vanilina e il liquore desiderato oppure i cucchiaini di cacao
  • lavoriamo l'impasto ottenuto formando prima tanti filoncini, e poi tante palline, che posizioniamo su una teglia rivestita di carta forno
  • inforniamo a 150° per 15 minuti
E' molto importante non cedere alla tentazione di alzare la temperatura del forno per cuocerle prima, perchè diventerebbero dure e rischieremmo di bruciarle.



Ricordatevi che vi aspetto dopodomani, con la terza casellina di questo Avvento Creativo, e che domani abbiamo appuntamento con Giulia, che, da brava socia e mente malefica che ha partorito tutto ciò, ci terrà compagnia tutti i giorni pari da qui al 24 Dicembre!


Un abbraccio e buonissima giornata

39 commenti:

  1. A vabbè, allora cominciamo alla grande ehhh.
    Ieri i miei biscotti, oggi le tue fave.....andiamo di ciccia.
    Le conosco e sono deliziose,
    brava la mia spillungona.
    Baciotto dolce dolce.
    Ora vado a rassettar.
    Ciaoooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mammamia i tuoi biscotti fanno fame!! Altro che ciccia!!
      Che poi, parliamone, tu nemmeno sai cosa sia la ciccia ^_^
      Un baciottto dolcissimo e mandorlato,
      SMACCCKKKK

      Elimina
  2. no dai non posso iniziare dal primo del mese a pensare al cibo, ingrasso solo a vederlo
    carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hihihihi ma le fave sono così piccine che non fanno ingrassare, credi a me!
      Baciotti

      Elimina
  3. Sai che la cosa dei 3 colori non la sapevo?
    Da me si fanno per il weekend dei morti, poi tendono un pò a sparire dalla circolazione.
    Le proverò! Un baciotto socia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero si fanno solo in quel periodo? E sono proprio uguali?
      Prova prova, io le ho appena fatte eppure sono già finite tutte!!
      Strane sparizioni accadono in casa hihihih
      Baciottoli

      Elimina
  4. Ciao Babi, sono contenta che finalmente sia cominciata questa iniziativa! Grazie per la ricetta! Dani PS: da me in Umbria ci sono le fave dei morti fatte per il 1 novembre, e sono fatte anche queste con le mandorle, anche se la ricetta precisa non la so! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per essere passata!! ^_^
      Credo che quelli umbri siano più biscotti, mentre le nostre (anche se dalle mie foto non sembra) sono piccole palline ^_^
      Ecco questo esempio rende meglio: http://blog.giallozafferano.it/ricetteealtro/wp-content/uploads/2010/10/piatti-laura-0202.jpg
      Baci baci

      Elimina
  5. Avevo giusto voglia di un dolcetto :)
    Proverò a farle sicuramente!
    Un bacio.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fammi sapere cosa ne pensi allora ^_^
      Baci baci

      Elimina
    2. Ciao Babi, ho provato a fare le tue fave triestine e le trovo buonissime, anche se penso che non mi siano riuscite proprio secondo ricetta perché non ho montato abbastanza a neve gli albumi :O
      Il ripieno deve rimanere morbido?

      Elimina
    3. Ciao cara!! Gli albumi non devono essere montati a neve, basta che siano spumosi, quindi va benissimo!! ^_^
      Il centro resta morbido fino a che sono calde, poi si solidifica. Sono proprio felice che ti piacciano, secondo me sono uno dei dolci più buoni in assoluto!
      Baci

      Elimina
  6. Da me sono amaretti, ma colorati non li avevo mai visti! Molto belli, anche nel loro significato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono amaretti, anche se la forma che hanno preso i miei può trarre in inganno, gli amaretti sono una cosa completamente diversa!
      Qui vedi una foto di come dovrebbero essere davvero le fave: http://blog.giallozafferano.it/ricetteealtro/wp-content/uploads/2010/10/piatti-laura-0202.jpg
      Baci baci

      Elimina
    2. Be' sì, questi sono diversi hai ragione! ;)

      Elimina
  7. Ma nooooo....si comincia da ora a mangiare????....Io in cucina sono una totale frana....dunque mi sa che un giorno verrò da te per gustarli....solo a vederli mi è venuta l'acquolina in bocca....
    A presto Mya

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si comincia da subito!!! ^_^
      Ti aspetto allora ;)
      Baci baci

      Elimina
  8. Wow babi, bellissima quest'idea dell'avvento creativo.. e queste fave tricolori sono un'idea veramente splendida: molto suggestivo pensare che i tre colori hanno la simbologia di nascita, vita e morte... e deliziose le mandorle! buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Silvia ^_^
      Un abbraccio e buona settimana anche a te!
      Babi

      Elimina
  9. Mamma che buone devono essere...io purtroppo quest'anno dovrò farne a meno ....mi hanno appena diagnosticato il diabete !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh caspita mi dispiace un sacco...
      un abbraccio
      Babi

      Elimina
  10. Devono essere ottime e sono pure bellissime nei tre colori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me piacciono davvero tanto!!!
      Baci baci

      Elimina
  11. Le conosco benissimo, qui a Venezia si usano ma si trovano nelle pasticcerie specialmente durante i giorni dei Santi e dei Morti. Non sapevo minimamente il significato dei 3 colori e poi ... stra-grazie per la ricetta!!!!!!!!!! Io le adoro e dato che ho acquistato in Sicilia - questa estate - la pasta di mandorle ... le farò al più presto =)
    BACIIIIII

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mmmmmmm la pasta di mandorle!!! Che buoooonoooo!!!!!
      Io adoro la pasta di mandorle, quando sono stata in sicilia poi ho provato ogni cosa di mandorle: la pasta, il latte, la granita, il gelato...
      Se le fai fammi sapere come va!
      Baciottoli

      Elimina
  12. Io le ho ancora sentite ma non le ho mai mangiate, però sembrano anche facili da fare. Se mi ricavo un po' di tempo durante le vacanze ci provo, intanto mi salvo la ricetta.
    Grazie!
    Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono difficili, davvero! E poi sono trooooppo buone!!
      Grazie a te per essere passata, un abbraccio
      Babi

      Elimina
  13. non le ho mai assaggiate... e ciò non va bene!!! hee hee devo provarle!
    un bacione cara
    Clelia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vuoi te le preparo io, basta che mi avvisi per tempo, eheheheh
      Baciottoli

      Elimina
  14. Non ne sapevo l'esistenza di questi dolcetti, li proverò grazie per la ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, e fammi sapere se ti piacciono!
      Baci baci

      Elimina
  15. Sembrano buonissimi oltre che bellissimi :)
    Se ti và vienici a trovare, anche noi stiamo facendo un calendario dell'avvento ^.^
    Domani verremo a sbirciare!
    Buon avvento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono proprio curiosa, certo che verrò a trovarvi!! ^_^
      Baci

      Elimina
  16. Che buone le fave, da noi si trovano solo all'inizio di novembre, infatti tutti le chiamano, (anche se è brutto a dirlo ) le fave dei morti.
    Ho preso la ricetta e spero di avere presto un po' tempo per prepararle!
    Bacioni!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sai che non sei la prima che me lo dice? boh... comunque fosse per me le mangerei tutto l'anno, sono troppo buone!!!
      Baci baci

      Elimina
  17. Queste sono buonissime!!! Quando me le hai mandate, le ho divorate!!
    Appena posso devo provare a farle ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siii!! Mi raccomando, fai taaante volte la dose di base perchè altrimenti non riesci nemmeno a sentire il gusto ehehehe!
      Bacetti

      Elimina
  18. Che gola,... devono essere proprio buoni ! E non sembra nemmeno difficile come ricetta ... proverò!
    Un bacione e grazie per la condivisione!
    Monique

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio così, non è diffile come ricetta e sono taaaaanto buone!
      Grazie a te per essere passata, un abbraccio
      Babi

      Elimina

Grazie di cuore per il tuo commento ^_^
Rispondo sempre a tutti via mail, se non ricevi una mia risposta entro alcuni giorni controlla di non essere un "noreply-blogger"!