Approfondimento di #04 Misure, taglie e valori di vestibilità

In seguito a uno degli ultimi post di Studiamo, Progettiamo, Cuciamo assieme, e nello specifico questo, inerente alla spiegazione sulla misurazione del corpo per poter progettare un capo di abbigliamento, ho ricevuto il seguente commento, e voglio condividerlo con voi:

Grazie per questo articolo interessante sulle taglie e il loro sviluppo. Quando ho letto come prendere le misure ammetto di aver sogghignato alla parte del "punto vita naturale"... Essendo una donna-mela ho un punto vita appena sbozzato ad appena quattro dita sotto il seno (ben distante dalle curve alla Dita Von Teese!) e la cosa mi ha causato non pochi problemi ordinando un abito da cosplay on line... Nel prendermi le misure ho contato la posizione della vita "alta" che mi ritrovo con il risultato che mi è arrivato a casa un completo con una gonna a ruota che mi sta... CORTISSIMA! Non ti dico l'imbarazzo! Prendere bene le misure è importante ma anche conoscere la forma del proprio corpo e le sue peculiarità è importante! La mia disavventura dimostra che si può avere anche il classico 90-60-90 ma se il 60 non si trova al posto "giusto" non hai risolto nulla!

Alessandra


Prima di questo commento di Alessandra, che ringrazio infinitamente, non avevo preso in considerazione di parlare delle forme del corpo, anche se tutte sappiamo che è fondamentale capire quali tipologie abiti ci stanno bene e quali invece non sono adatti a noi...

E naturalmente anche la progettazione di un abito deve essere adatta e adattata alla forma del corpo!
Ho cercato di riportare nel post in questione le misure base, ma come ho detto nei primi post della serie non sono una sarta nè ho studiato modellistica, sto studiando da autodidatta e condividendo con voi quel poco che sto imparando.
Pertanto sono corsa a documentarmi sulle "donne mela", scoprendo così il meraviglioso mondo di Moda per principianti, nel quale ho scoperto che esistono anche "donne pera", "donne triangolo rovesciato", "donne rettangolo" e "donne clessidra", ognuna con le proprie peculiarità. 
Immagine tratta da Moda per principianti, dove trovate tutte le spiegazioni necessarie per capire la forma del corpo, i vestiti che donano e quelli che invece mettono in luce i difetti!


Ma come può una donna mela progettarsi un abito su misura senza un punto vita ben definito, quando questa è una delle misure più utilizzate?

Una tecnica per individuare il punto vita preciso, che mi ha spiegato la gentilissima Anna, prevede di piegarsi lateralmente e vedere dove si "spezza" il busto: quello è il punto vita. Pertanto il calcolo del girovita orientato all'acquisto di un vestito confezionato dovrebbe tenere conto di questo valore, e non del valore convenzionale del girovita.

Se invece siamo noi a progettare l'abito in questione, quello che ci viene in soccorso è possibilità di prendere più misure, e di basare il tutto sulle nostre vere misure.
Misurare la lunghezza vita posteriore, ovvero proprio la distanza dalla nuca alla vita, ci fa capire quando alta sia effettivamente la vita, misurare il sottoseno, il punto vita naturale (quello alto in questo caso) e quello convenzionale (con la tecnica che ci ha spiegato Anna), la semicirconferenza bacino, e la distanza tra questi valori, ci consente di disegnare un modello che ci calzi a pennello.

Spero di essere stata chiara, per qualsiasi domanda sapete dove trovarmi ^_^
Buona settimana a tutti


16 commenti:

  1. Chiarissima come sempre!!! Questo argomento mi ha fatto venire una bella idea....... mi sa che avrò bisogno del tuo aiuto!!! Hehehe :)
    Ssssmmmaaccckkk

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahaah ma certo polpetta!!!
      Un abbraccione
      Babi

      Elimina
  2. Pensare che avevo la mamma sarta e non ho mai voluto imparare. Comunque brava nelle spiegazioni. Ciao e buona giornata Sabrina.

    RispondiElimina
  3. Grazie per i consigli sempre ben accetti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di nulla, sempre felice di essere utile!
      Babi

      Elimina
  4. Post utilissimo!! A me inquieta un po' realizzare che fisico ho.. mai quello che vorrei Se esistesse potrei avere la forma a cioccolatino ^-^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahaha mi piace la tua teoria!!!
      I consigli sulle forme sono preziosissimi, ho trovato davvero ottimi consigli!
      Un abbraccio stella
      Babi

      Elimina
  5. mamma mia quante cose che non so!!!!
    hee hee
    un bacio
    Clelia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mamma, non dirlo a me!
      Devo proprio studiare moltissimo ^_^
      Un abbraccio
      Babi

      Elimina
  6. Ma che interessante il tuo post Babi!
    E' proprio vero: quanti tipi di donne che ci sono.
    Mi sono fatta vari vestiti e ho dovuto imparare a modificare il cartamodello perché si adattasse bene alle mi anche sporgenti!
    Grazie per le dritte ed un abbraccio Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice di essere stata interessante e utile ^_^
      Anche io devo imparare tante cose...
      Un abbraccio
      Babi

      Elimina
  7. Ma quanti segreti ci stai svelando... e quanto cose sto imparando grazie!

    RispondiElimina
  8. Interessante, un sacco di cose che non sapevo! Per me la vita stava all'ombelico a prescindere...ehm... :D
    un bacione polpetta!

    RispondiElimina
  9. Ma come…mi era sfuggito questo post, il " punto vita" una vola l'avevo ma adesso non so dove sia finito…per quanto riguarda la forma, credo di essere una donna " melona"!
    Post intéressante, grazie!

    RispondiElimina
  10. Ciao Barbara sono passata per farti un saluto, aspettando il tuo prossimo post ;)
    Spero tutto bene.
    Un bacio!
    Marina

    RispondiElimina
  11. Ciao Barbara! Anch'io spero sia tutto ok! Immagino tu sia presa dal lavoro e che il tempo non ti basti mai per far tutto! Un abbraccio! :)

    RispondiElimina

Grazie di cuore per il tuo commento ^_^
Rispondo sempre a tutti via mail, se non ricevi una mia risposta entro alcuni giorni controlla di non essere un "noreply-blogger"!